CARTA DEI SERVIZI E REGOLAMENTO INTERNO

Residenza Sanitaria Assistenziale
"WILMA FALCIONE"

ART. 1  FINALITA’ DELLA STRUTTURA

 la R.S.A. denominata “WILMA FALCIONE” , gestita dalla MIRAMARE  SRL con sede in Marina di Carrara (MS) Via Genova 21, situata a pochi passi dal mare, offre a soggetti anziani
autosufficienti e non , un’assistenza completa, sia dal punto di vista sanitario che sociale, curando con amore e dedizione ogni singola esigenza degli stessi ospiti.
Le prestazioni che la R.S.A. offre in termini quantitativi e qualitativi, sono orientati a contrastare o compensare la perdita di autonomia, che spesso si esprime nel soggetto anziano disabile e non, come incapacita’ di permanere o rientrare al proprio domicilio.

A tale scopo la R.S.A. si prefigge di perseguire i seguenti obbiettivi:

A)    - La R.S.A. si impegna a garantire all’ospite la massima libertà ed autonomia, compatibilmente con le sue condizioni psicofisiche e ad organizzare la fruizione dei servizi tenendo in considerazione quelli che sono i suoi ritmi di vita;
B)    - Viene fornita ed incentivata la possibilità per gli ospiti di partecipare alle iniziative ricreative, culturali e sociali che vengono effettuate nell’ambito della struttura ed anche all’esterno di essa, al fine di evitare ogni forma di dannoso isolamento;
C)    - La Residenza cercherà di far si che gli ospiti non perdano il contatto con l’ambiente familiare d’origine promuovendo ogni tipo di relazione ad esso riconducibile, attraverso brevi soggiorni in famiglia e visite da parte di parenti ed amici; per il soggiorno giornaliero presso familiari essi devono attenersi ai seguenti orari:
                             Uscita dalla Residenza alle ore 09.00 con rientro non oltre le ore 21.00
D)    – Nell’ambito delle attività ricreative e culturali fornite dalla Residenza , oltre a facilitare quelle di fruizione passiva mediante la creazione di cineteca,biblioteca,musica etc. , si promuoverà lo sviluppo della creatività degli ospiti stessi assecondandone e valorizzandone le singole attitudini personali quali giardinaggio, pittura ed attività manuali quali cucito, ricamo etc.
E)    – E’ prevista la creazione di un organismo di rappresentanza eletto democraticamente in seno agli ospiti, con eventuale integrazione di familiari al fine di avere la massima collaborazione e partecipazione alla vita collettiva.
F)    – Tutto il personale, sia esso medico che infermieristico,  O.S.A. , O.S.S., assistenti e direttivo, provvederà alla cura fisica-morale e sociale dell’ospite in maniera professionale, attenta e scrupolosa al fine di rendere sempre più confortevole e gradevole il soggiorno presso la Residenza.
G)    nella convenzione di soggiorno devono essere indicate le generalità di un garante che è responsabile in solido
H)     con l' ospite del regolare adempimento delle obbligazioni di natura patrimoniale.


ART. 2  SERVIZI E PRESTAZIONI EROGATE

 La  R.S.A. “WILMA FALCIONE” offre:

A)    sistemazione in camere singole e doppie, tutte con servizi, terrazzo, telefono, tv, chiamata del personale,  inoltre è dotato di ambulatorio medico, palestra per fisioterapia, locale per la cura della persona, parco giardino, impianto di riscaldamento,ascensore, sale soggiorno, sala pranzo, bagni assistiti per disabili etc…
B)    vitto personalizzato e nel rispetto delle esigenze dietetiche, servito nelle sale da pranzo oppure in camera .
C)     lavaggio e ordinaria manutenzione della biancheria personale – (purchè contrassegnata) – da letto, da bagno, da tavolo.
D)    assistenza  tutelare diurna e notturna.
E)    aiuto nell’attività quotidiana,igiene della persona ed assunzione del cibo.
F)    approvvigionamento dei prodotti farnaceutici e presidi sanitari prescritti da medici.
G)    attività di mobilizzazione svolta dal personale della struttura e riabilitazione.
H)    assistenza infermieristica professionale continua.
I)    assistenza sanitaria fornita dal medico di base dell’ospite e/o della struttura.
.J)    viene garantita l’assistenza per un eventuale ricovero ospedaliero per i primi quattro giorni.
K)   attività ricreativo-culturali anche in collaborazione con i competenti servizi del territorio ed il volontariato.
L)    la Residenza si riserva di sottoscrivere convenzioni con A.S.L., assessorati comunali ed altri enti che portino contributi economici per il pagamento delle rette; si riserva altresì il diritto di recedere da dette convenzioni, in caso di inadempienze o mutate condizioni, informandone con adeguato preavviso gli ospiti interessati.
M)    la Residenza “WILMA FALCIONE”  ritiene indispensabile la collaborazione dei familiari, dei conoscenti, ovvero dei servizi territoriali competenti per specifiche esigenze dell’anziano: visite specialistiche,ricoveri ospedalieri,accompagnamento per pratiche amministrative, etc. al fine di mantenere la solidarietà attiva dell’ambiente familiare e sociale di provenienza.
La Direzione comunque presterà la propria collaborazione nell’espletamento delle pratiche amministrative collegate con l’accoglimento dell’ospite; quali la scelta o revoca del medico, richieste esenzioni ticket, etc. l’inoltro e la consegna della corrispondenza ed il collegamento con parenti e conoscenti dell’ospite stesso.    

 ART. 3  MODALITA’ DI ACCESSO, CONDIZIONI ECONOMICHE E DIMISSIONI

 1.    l’ammissione nella Residenza avviene dopo un colloquio preliminare per conoscere sia le condizioni fisiche dell’ospite, (seguito da eventuale visita medica della struttura), che le sue necessità e richieste ; vengono mostrate le caratteristiche della sistemazione disponibile, le condizioni economiche conseguenti e le norme previste dal regolamento di gestione della Residenza;
       la direzione si riserva comunque la facoltà di assegnare una diversa camera, qualora ciò sia richiesto da   
       motivate esigenze di vita comunitaria.
2.     all’atto dell’ingresso dell’ospite (o chi per lui) deve fornire tutti i dati personali: anagrafici, sanitari, etc. ed il recapito dei parenti, conoscenti o comunque di un referente responsabile, nonché notizie di carattere sanitario secondo il questionario predisposto dalla Direzione.
3.    l’ ospite ha la possibilità di personalizzare la propria camera arredandola con mobili propri e corredandola di suppellettili ed oggetti personali, nonché apparecchi audiovisivi, telefonici, etc. nel rispetto dei diritti degli altri ospiti, onde poter, nel limite del possibile, limitare il distacco con la propria personalità e ricordi cari.
4.    per ciò che riguarda la vita comunitaria interna si evidenzia quanto segue:

A)    – L’ospite potrà soggiornare nella propria camera quanto desidera, ma sarà sollecitato a partecipare alla vita di gruppo;
B)    – Nella propria camera e nei locali di soggiorno è possibile ricevere familiari, amici e conoscenti tutti i giorni dalle ore 11.00 alle ore 17.00 ;
C)    Non è consentito l’uso di coperte elettriche, fornelli, ferro da stiro od altri oggetti pericolosi, tenere vasi o biancheria alle finestre che possono costituire pericolo e disdoro.
D)    Gli ospiti autosufficienti in possesso di requisiti psicofisici attestati dal medico ed autorizzati dai familiari, possono entrare ed uscire dalla Residenza quando lo desiderano segnalando ogni volta alla Direzione l’eventuale ora di rientro e luogo ove si reca;
E)    Gli orari dei pasti sono così di seguito stabiliti:
A)    prima colazione …………dalle ore 08.00  alle ore  09.30
B)    colazione…………………dalle ore 12.00  alle ore 13.30
C)    merenda…………………. dalle ore 16.00  alle ore 16.30          
D)    pranzo…………………….dalle ore 18.30 alle ore  19.30


5.    le indisposizioni di carattere leggero e di breve durata vengono curate nella struttura, in caso di malattie acute o contagiose, o qualora si rendessero necessarie terapie specialistiche ovvero indagini diagnostiche, l’ospite su richiesta del medico curante dovrà essere trasferito in ospedale o comunque dimesso dalla struttura.
6.    la Direzione ha il diritto di dimettere l’ospite senza l’obbligo di preavviso, qualora questi tenga condotta reprensibile turbi la tranquillità o la stessa incolumità degli altri ospiti e del personale.

7.    la Direzione ha il diritto di dimettere l’ospite moroso, senza l’obbligo di preavviso, riservandosi altresì le opportune azioni legali anche nei confronti dei familiari tenuti al mantenimento ai sensi dell’art. 433 del codice civile e del Garante per il recupero del credito maturato.
8.    il Garante designato assume l’onere di provvedere al materiale trasferimento dell’ospite dimesso per qualsiasi motivo dalla Residenza.
9.    l’ammisione preceduta da una prenotazione, verrà perfezionata con il versamento di una caparra, corrispondente a 10 giorni della retta concordata, che verrà conteggiata come anticipo sul deposito cauzionale, ovvero trattenuta dalla Residenza qualora per qualsiasi motivo l’ingresso non abbia avuto luogo nei termini concordati.
         I). Al momento della risoluzione del contratto verranno restituite all’ospite od al garante gli effetti personali                                                  
              dell’ospite stesso.
10.    la durata minima del periodo di soggiorno è di 30 giorni.
Il contratto si rinnova tacitamente per i successivi periodi mensili salvo diversa comunicazione. Sia l’ospite che la Residenza avranno diritto di recedere dal contratto con un preavviso di 15 giorni da inoltrarsi con Racc.ta A.R.
11.    sono escluse dalla retta:  ticket, farmaci, protesi, presidi sanitari non mutuabili, visite mediche e specialistiche non convenzionate, oneri e compensi per prestazioni a titolo personale non fornite direttamente dalla struttura , oneri per allacciamenti, utenze ed abbonamenti individuali, etc.
12.    la retta decorre dal giorno concordato. Il pagamento della retta avviene in forma anticipata, mensilmente, entro e non oltre il quinto giorno di ogni mese, o comunque entro e non oltre ogni scadenza mensile successiva alla data di ingresso, con le modalità da concordarsi con la Direzione. Il ritardo del pagamento comporterà l’addebito degli interessi di legge, il mancato pagamento comporterà l’immediata dimissione dell’ospite dalla struttura

1)    per periodi di assenza dell’ospite dovuti per ricoveri in ospedale o presso parenti superiore a quindici giorni, dalla retta sarà sottratta una quota pari al 20% (ventipercento) per il periodo computato dal 16° giorno di assenza e per un tempo massimo di 15 (quindici) giorni, qualora l’assenza si protraesse oltre il termine di giorni 30 (trenta)  la Direzione si riserva la facoltà di risolvere automaticamente il rapporto precedente, ritenendosi libera da ogni vincolo alla conservazione del posto.

ART 4 RESPONSABILITA’ DELLA STRUTTURA


-    la responsabilità della conduzione della Residenza è del titolare dell’autorizzazione amministrativa;
-    al medico di base dell’ospite compete la responsabilità teraupetica;    
-    la Residenza non può adottare misure coercitive e limitanti della libertà personale dell’ospite, pertanto l’allontanamento spontaneo, cadute accidentali, lesioni volontarie ed involontarie, improprio uso di attrezzature ed impianti,etc. non comportano alcuna responsabilità della struttura;
-    gli ospiti sono invitati a non trattenere presso di se oggetti di valore o denaro eccedente le normali necessità.
la Direzione non si assume responsabilità alcuna per i valori conservati direttamente dagli ospiti nelle proprie camere: può comunque svolgere funzioni di depositario a titolo gratuito ai sensi degli articoli 1766 seguenti del codice civile dietro autorizzazione scritta dell’ospite o dei suoi familiari.
-    tutti gli ospiti, i visitatori, ed il personale della Residenza sono coperti assicurativamente dalla polizza R.C. dell’azienda.

 ART. 5 RESPONSABILITA’ DELL’OSPITE

P)    la Residenza declina ogni responsabilità per comportamenti lesivi dell’ospite  che ne risponderà personalmente nei confronti di altri ospiti, del personale o visitatori occasionali, danneggiamento delle attrezzature ed impianti della struttura stessa, etc. pertanto all’atto dell’ingresso è gradita una personale polizza di assicurazione R.C.

 ART. 6 RECLAMI E SUGGERIMENTI

A)    l’ospite e/o i suoi familiari che intendono segnalare inadempienze, mancato rispetto del presente regolamento di gestione e comunque dei diritti inalienabili di ogni persona, sono pregati di rivolgersi direttamente alla Direzione della Residenza che provvederà in merito.
B)    la Direzione accoglierà con interesse ogni suggerimento, stimolo o proposta, volti a migliorare la qualità del servizio reso.
Le presenti condizioni e norme di convivenza possono essere integrati da eventuali disposizioni o avvisi emanati dalla Direzione nell’intento di migliorarne la convivenza degli ospiti stessi.

ART. 7 PERSONALIZZAZIONE DELLE CAMERE E UTILIZZO STRUMENTI VARI

Il residente potrà nei limiti delle possibilità della Struttura e compatibilmente con le esigenze altrui:

a) arredare le pareti con fotografie e quadri personali e sistemare propri soprammobili, con l’assenso della Direzione e degli eventuali compagni di stanza;
b) usare proprio apparecchio radio e TV, purché non arrechi disturbo agli altri residenti;
c) tenere vasi di fiori o piante sull’eventuale terrazza o balcone purché in numero non eccessivo e non ingombrante né costituenti pericolo per terzi;
d) soggiornare liberamente nella stanza da letto ad esclusione dei periodi destinati alla pulizia del locale;
e) arredare con qualche mobile di proprietà la stanza, previo esame di essi dal punto di vista igienico, della sicurezza e funzionale da parte della Direzione, ed impegno di rimozione qualora la Direzione lo ritenga opportuno;
f) è fatto divieto assoluto di uso di fonti di calore nelle camere o di quant’altro possa essere ritenuto pericoloso e non in regola con le norme previste dalle vigenti leggi per le strutture comunitarie;
g) la Struttura metterà a disposizione uno spazio per alloggiare vestiti di scorta, bagagli od altri effetti personali di proprietà del residente, che non sia possibile contenere nei mobili in dotazione della camera. Tale spazio  sarà controllato e affidato alla custodia del Guardaroba o del Magazzino.

 ART. 8

 I rapporti amministrativi con eventuali curatori o tutori legali degli ospiti della R.S.A. seguono le stesse procedure previste per gli ospiti stessi, in quanto curatori e tutori legali subentrano a pieno titolo ai loro assistiti nei negozi e negli adempimenti in essere con la Struttura o nei rapporti necessari per la cura e l’assistenza degli stessi.

                                   
ART. 9

Le procedure amministrative della  Struttura e i compiti dei responsabili della stessa garantiscono i collegamenti operativi funzionali tra i servizi tecnico-amministrativi e i servizi assistenziali interni.

 ART. 10

L’acquisizione del consenso informato nei casi previsti (prestazioni mediche, contenzione, nutrizione forzata etc…) avviene secondo le procedure previste dalla legge e quelle interne previste dalla Carta dei Servizi e Regolamento  e degli ordini di servizio emessi dalla Direzione.

 

Il Rappresentante Legale
Bruno Giulia Sandra

 

 

Sei qui: Home Organizzazione REGOLAMENTO

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca sull informativa. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Se necessario consultare la politica sulla privacy.

Accetto i cookie di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information